Dettaglio Asta: proc.17/2010 Lotto 5 del Tribunale di Pisa

Nota: alcuni documenti ufficiali allegati (PDF) contrassegnati con [nc] non sono conformi ai requisiti della Legge 4 del 2004


Dati sulla procedura

Tribunale


Giudice

Dott. Zucconi Giovanni

Tipo procedura

Concordato Preventivo


Nr. Procedura

17/2010

Rito

Nuovo Concordato Preventivo


Lotto nr.

Lotto 5

Delegato alla vendita


Custode Giudiziario

Di pisa Ivg ivgpisa@astagiudiziaria.com - prenotazionipisa@astagiudiziaria.com

Curatore


Valore da perizia

€ 160.000,00

Firmatario


Esperimento - Data ordinanza

02/02/2017

Pubblicato online il

05/05/2017


Stato

Note generiche

Dati sull'immobile

Tipologia

Uffici e studi privati Piena proprietà

Indirizzo

località Ospedaletto di Via Malasoma,
Pisa (PI) - Toscana

Visualizza sulla mappa

Info immobile

Edificio: Unità immobiliare ad uso fondi commerciali

Dati catastali

Disponibilità

Libero

Regime fiscale

Onere previsti per legge

Descrizione sintetica

  TRIBUNALE DI PISA Sezione Fallimentare CONCORDATO PREVENTIVO Nesti Auto SpA n° 17/2010   Giudice Delegato: Dott. Giovanni Zucconi Commissario e liquidatore giudiziale: Prof. Stefano Garzella   AVVISO DI VENDITA COMPETITIVA Il sottoscritto Prof. Stefano Garzella. con studio in Pisa via dei Gattici 13 quale Commissario e liquidatore giudiziale del Concordato sopra indicato, visto l’Art. 182 L.F. ed il richiamo agli Artt. da 105 a 108 ter L.F., pone in vendita competitiva nell’ambito della procedura sopra indicata, i seguenti beni immobile: LOTTO 5 Piena proprietà di una unità immobiliare, in maggior edificio, ad uso uffici categoria A/10 posto nel Comune Pisa (Pi) località Ospedaletto di Via Malasoma. Al Catasto dei Fabbricati detto bene è rappresentato nel Foglio n. 60, particella 673 sub 9, scala 1/A, piano terra. PREZZO BASE per la vendita competitiva Euro € 128.000,00 Estratto della perizia, condizioni di partecipazone e avviso di vendita consultabili nella sezione "File Allegati" I beni in vendita sono meglio descritti nella perizia di stima redatta dall’Ing. Alessandro Ghio., consultabile presso lo studio del sottoscritto e sui siti www.doauction.com; www.pisa.astagiudiziaria.com; www.astagiudiziaria.com. In caso di apertura di gara si prevede un rilancio minimo di Euro 10.000,00 peri i Lotti 1 – 2 – 3 – 7, di Euro 1.000,00 per i Lotti 4 – 5 – 6. COME SI PRESENTA L’OFFERTA Le offerte di acquisto dovranno essere presentate, entro le ore 12.00 il giorno 29/06/2017, in modalità telematica, a seguito di registrazione al sistema, come da istruzioni reperibili www.doauction.com e su quello nazionale www.astagiudiziaria.com, nonché su www.astegiudiziarie.it. Le offerte non saranno efficaci e non saranno recepite dal sistema se pervenute oltre il termine stabilito. L’offerta inoltre sarà valida solo se accompagnata dal deposito della cauzione di importo pari al 10% del prezzo base d’asta, effettuato così disciplinato dalla procedura informatica. L’offerta di acquisto, una volta presentata, è irrevocabile ai sensi dell’art. 571, comma 3 c.p.c.. COME SI AGGIUDICA IL BENE In caso di assenza di offerte ovvero di offerte non ritenute accoglibili si procederà alla ripetizione della procedura ex art. 538 c.p.c. ogni 20 giorni con riduzioni progressive della base d’asta del 20%. In caso di mancanza di offerte si dichiarerà la chiusura delle operazioni senza aggiudicazione del bene. In presenza di un’unica offerta valida, pari o superiore al prezzo base, la stessa sarà senz’altro accolta. In caso di una pluralità di offerte pervenute, sarà avviata una nuova procedura competitiva “per asta telematica” riservata esclusivamente a coloro che avranno presentato offerta nella prima fase. La base di questa seconda asta sarà determinata dall’offerta più alta pervenuta nella prima fase. In caso di offerte superiori a due la peggiore verrà esclusa dai rilanci. Se non vi saranno ulteriori rilanci, il Commissario e liquidatore giudiziale procederà ad aggiudicare all’offerente che ha presentato il prezzo più alto nella prima fase. In presenza di un’unica offerta per un prezzo non inferiore di oltre un quarto del prezzo base, ovvero in caso di gara in cui il miglior prezzo offerto sia inferiore al prezzo base, il Commissario e liquidatore giudiziale sospenderà le operazioni, rimettendo gli atti al Giudice Delegato ai fini delle opportune valutazioni. All’offerente che non risulti aggiudicatario sarà restituita la cauzione. L’offerente la cui proposta viene accolta, ovvero il miglior offerente in caso di gara, diverrà aggiudicatario provvisorio. Qualora non pervenga al Commissario e liquidatore giudiziale, ai sensi dell’art. 107 comma 4 LF, un’offerta irrevocabile d’acquisto migliorativa per un importo non inferiore al prezzo offerto maggiorato del 10% nei 10 giorni successivi, l’aggiudicazione provvisoria diverrà definitiva. Se, viceversa, vi saranno offerte migliorative non inferiori al 10% del prezzo di aggiudicazione, il Commissario e liquidatore giudiziale provvederà a pubblicare sui siti sopra richiamati un nuovo invito ad offrire per asta telematica aperto ai precedenti partecipanti e ai nuovi offerenti stabilendo il prezzo base pari all’offerta più alta precedentemente pervenuta. Nel caso in cui i precedenti concorrenti, verificata l’esistenza dell’offerta migliorativa, vogliano procedere ad ulteriore offerta, saranno tenuti ad integrare la precedente cauzione. Il Commissario e liquidatore giudiziale può sempre esercitare la propria discrezionalità di sospendere la vendita e di riaprire la gara oppure continuare il procedimento. Il Giudice Delegato ha sempre la facoltà di esercitare i poteri previsti dall’Art 108 Legge Fallimentare. L’aggiudicatario dovrà, entro il termine di 30 giorni, indicare il notaio designato, a spese dell’aggiudicatario, per la stipula dell’atto di trasferimento ed entro il termine di 90 giorni, addivenire alla vendita definitiva. I partecipanti alla vendita hanno la possibilità di avvalersi di finanziamenti ipotecari per il pagamento del prezzo in caso di aggiudicazione della vendita stessa. A tal fine i soggetti interessati potranno rivolgersi anche alle banche riportate nell’elenco pubblicato sul sito internet del Tribunale di Pisa (http://www.tribunale.pisa.it) nella sezione “Vendite Giudiziarie”, con indicazione, ove disponibile, degli uffici referenti e dei relativi recapiti internet. CONDIZIONI DI VENDITA I beni sono posti in vendita, fermo il disposto dell’art. 2922 C.C., nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, anche in riferimento alla L. n.47/85, e/o a vincoli o servitù esistenti, abitabilità, licenze, permessi ed autorizzazioni di qualsivoglia genere e alle disposizioni in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro e conformità alla legge di luoghi. I beni oggetto di vendita sono meglio e più esattamente descritti in ogni loro parte - ivi compresi i dati catastali e i confini che qui s’intendono integralmente riportati - nella perizia in atti. Il presente avviso non costituisce offerta al pubblico ex art. 1336 C.C. né sollecitazione del pubblico risparmio ai sensi delle leggi vigenti. Il presente avviso non costituisce obbligo per gli organi della procedura concorsuale o impegno di alienazione nei confronti di eventuali offerenti fino al momento della firma dell’atto di trasferimento e, per questi ultimi, alcun diritto a qualsivoglia prestazione o rimborso compreso il pagamento di mediazioni o consulenze. Farà carico agli offerenti dimostrare la loro identità personale e i poteri di firma in caso di offerta per conto di società e/o ente di altra natura. La presentazione dell’offerta comporta la conoscenza del presente avviso, della perizia e degli altri documenti allegati e costituisce accettazione delle condizioni della vendita. Per quanto non disposto, si applicano, in quanto compatibili, le norme del c.p.c. relative all’espropriazione forzata dei beni immobili. OBBLIGHI E SPESE DELL’AGGIUDICATARIO L'aggiudicatario del bene dovrà provvedere al pagamento del saldo del prezzo, detratta la cauzione già versata, entro il termine perentorio di 90 (novanta) giorni decorrenti dalla comunicazione dell’avvenuta aggiudicazione definitiva. L'adempimento dovrà effettuarsi mediante assegno circolare non trasferibile intestato a “TRIBUNALE DI PISA CONCORDATO PREVENTIVO N 17/2010 NESTI AUTO SPA” ovvero mediante versamento sul conto corrente IBAN: IT90 I063 7014 0020 0001 0005 613 intestato alla procedura e aperto presso la banca CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA SPA agenzia di Pisa. Prova dell’avvenuto versamento del saldo prezzo sarà costituita dall’accreditamento delle somme sul c/c della procedura. In caso di mancato versamento del prezzo nei termini stabiliti, si procederà ai sensi dell'art. 587 c.p.c.. All’atto di trasferimento, che avverrà con atto pubblico., l'aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento di tutte le imposte dovute, spese di trascrizione, diritti e marche e quant'altro necessario per remissione, registrazione e trascrizione dell’atto di trasferimento e relative volture catastali. In caso di mancato versamento delle spese e imposte di cui sopra nei termini stabiliti, non si potrà effettuare il  trasferimento del bene ed il Commissario e liquidatore giudiziale rimetterà gli atti al Giudice Delegato. Conseguentemente l'eventuale esistenza di vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi quelli urbanistici), per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti o non presenti nella perizia di stima, non potranno dare luogo a nessun risarcimento, indennità e/o riduzione del prezzo, essendosi tenuto conto di tale alea nella determinazione del valore dei beni. L'espletamento delle formalità di cancellazione delle trascrizioni dei pignoramenti e delle iscrizioni ipotecarie e di qualsiasi altra iscrizione o trascrizione conseguenti all’atto di trasferimento, avverrà a cura e spese della Procedura. Ogni onere e/o spesa e/o imposta di qualunque genere, conseguenti la vendita sarà a carico dell'aggiudicatario, come sono a suo completo carico tutti i costi per l'ottenimento di eventuali sanatorie. Per quanto qui non previsto, si applicheranno le vigenti disposizioni di legge. ​AVVERTENZE AI SENSI DEL D.Lgs. N° 196/2003 Ai sensi dell’ Art.13 del D.Lgs N° 196/2003 con il presente avviso si informa che: -i dati raccolti sono destinati alla necessità di promuovere il bene immobile al fine della presentazione di eventuali offerte; -il conferimento dei dati è onere dell’offerente per la partecipazione all’asta nonchè per gli adempimenti successivi; -i soggetti a cui i dati possono essere comunicati sono il Commissario e liquidatore giudiziale, il Comitato dei Creditori ed i concorrenti che partecipano alla vendita; -soggetto predisposto alla raccolta dei dati è la Procedura Concorsuale. Lì,26/04/2017 IL COMMISSARIO E LIQUIDATORE GIUDIZIALE Prof. Stefano Garzella

Dati sulla vendita

Vendita senza incanto

Data

29/06/2017 12:00:00

Data secondo esperimento

Non disponibile

Stato

 Asta non più partecipabile

Prezzo base

€ 128.000,00

Offerta minima

€ 128.000,00

Note

Non disponibile

Valore in aumento in caso di gara € 1.000,00

Esito della vendita

Non disponibile

Prezzo aggiudicazione o Nuova udienza

Non disponibile

Vendita con incanto

Data

Non disponibile

Stato

Non disponibile

Prezzo base

 

Note

Non disponibile

Valore in aumento

 

Esito della vendita

Non disponibile

Prezzo aggiudicazione o Nuova udienza

Non disponibile

Per partecipare alla vendita

Deposito cauzionale

10% del prezzo offerto


Tipo vendita

a mezzo commissionario

Termine presentazione domanda

Non disponibile


Luogo della vendita

Data e ora apertura buste


Modalità di deposito offerte

Bonifico,Carta di credito,Assegno

Informiamo che i dati evidenziati nella scheda sono stati desunti dai documenti ufficiali, allegati alla stessa. Invitiamo gli interessati a prenderne visione. Per avere maggiori informazioni circa i dati identificativi del proprietario del bene e per avere notizia circa gli altri dati sensibili, non pubblicabili ai sensi del codice della privacy, Vi preghiamo di recarsi presso la Cancelleria del Tribunale. Facciamo avvertenza che alcuni file possono risultare non rispondenti al requisito n° 17 dell'Allegato A del D.M. 8 Luglio 2005, trattandosi di documenti ufficiali riproposti in originale e pertanto non suscettibili di modifiche.